Una spiegazione che in molti, in rete e sui social, hanno definito “perfetta”. La cancelliera Angela Merkel in conferenza stampa ha speso qualche minuto per spiegare l’andamento dei contagi da coronavirus in Germania, sottolineando che “l’intera evoluzione del modello (e cioè del calcolo tedesco) è basata sulla capacità di monitorare e tracciare ogni soggetto infetto”. Fin dall’inizio dell’epidemia, infatti, Berlino è riuscito a realizzare un elevato numero di tamponi, rintracciando anche gli asintomatici e limitando il contagio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, superati i 150mila morti nel mondo. Nuovo record di vittime negli Usa. Ma Trump: “Picco superato” e propone un piano di riapertura. Wuhan corregge il bilancio totale

next
Articolo Successivo

Coronavirus, le testimonianze: “In Bolivia solo 430 camere di terapia intensiva”. “In Ucraina contagio da migranti provenienti dall’Italia”

next