Ha violato il lockdown imposto dal suo stesso governo per contrastare la diffusione del coronavirus, andando con la sua famiglia a circa 20 chilometri dalla sua abitazione. Anche se nelle ultime settimane postava sue foto sui social con lo slogan “stay home”, promuovendo il distanziamento sociale. Protagonista della vicenda è il ministro neozelandese della sanità David Clark che ha ammesso: “In un momento in cui chiediamo ai neozelandesi di fare dei sacrifici di portata storica io ho deluso la mia squadra. Sono stato un idiota“. Quindi ha presentato le dimissioni alla premier Jacinda Ardern che però sono state respinte. Nonostante la gravità del comportamento del ministro, ha spiegato la premier, la situazione è tale da non consentire una destabilizzazione proprio sul fronte della sanità. Clark è stato però rimosso dal ruolo di vice alle Finanze e ‘retrocesso’ nella gerarchia interna al governo.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’Africa è del tutto impreparata per la pandemia: bisogna evitare la catastrofe umanitaria

next
Articolo Successivo

Cardinale Pell prosciolto dalle accuse di pedofilia, papa Francesco: “Preghiamo per chi soffre sentenza ingiusta per l’accanimento”

next