Mi Air 2S TWS è il nome dei nuovi auricolari true wireless annunciati da Xiaomi e caratterizzati soprattutto da un’autonomia sorprendente e da un ottimo rapporto qualità/prezzo, almeno per quanto riguarda il mercato cinese. I nuovi auricolari, che hanno la classica forma a stelo e non quella in-ear, sono dotati di un chipset dual-core aggiornato e utilizzano anche la nuova tecnologia di trasmissione sincrona binaurale che consente di trasmettere contemporaneamente segnali audio separati all’auricolare sinistro e a quello destro.

Le cuffie sono ovviamente dotate di modulo Bluetooth 5.0 per una maggiore efficienza e stabilità della connessione wireless, mentre l’integrazione del codec hi-res LHDC assicura un minore latenza, migliorando così l’esperienza audio durante le sessioni di gioco e la visione di film e video. Non manca infine il supporto all’assistente virtuale proprietario, attivabile tramite comando vocale.

Gli auricolari Xiaomi Mi Air 2S TWS non sono però dotati in senso stretto di una tecnologia di cancellazione attiva del rumore, tuttavia l’azienda cinese assicura un certo grado di riduzione dei rumori ambientali grazie ai doppi microfoni integrati negli auricolari, utile soprattutto quando si effettuano chiamate.

Il punto di forza dei nuovi auricolari Xiaomi sta però altrove, specificamente nell’autonomia di 5 ore con una sola ricarica, con possibilità di raggiungere addirittura le 24 ore utilizzando anche la custodia, ricaricabile anche via wireless. I nuovi auricolari true wireless Xiaomi Mi Air 2S TWS saranno disponibili in Cina al prezzo di 399 yuan, pari a circa 56 euro. Al momento non ci sono ancora informazioni riguardo alla commercializzazione al di fuori dei confini nazionali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus e 5G: YouTube rimuoverà tutti i video che suggeriscono correlazioni

next
Articolo Successivo

Google Maps ora ti dice dove ordinare il cibo con consegna a domicilio

next