Hanno scritto al presidente del consiglio, al governatore della Regione Lombardia e al capo della Protezione per chiedere chiedere “un’attenzione maggiore e risposte urgenti e più incisive” di quelle avute fino ad ora per combattere l’emergenza legata al coronavirus. È l’appello dell’Associazione dei comuni bresciani, che rappresentanza 205 città in provincia di Brescia. “Sul fronte del territorio si sono rilevate in queste settimane forti criticità per quanto riguarda i servizi socio assistenziali domiciliari”, osservano i sindaci nella lettera a Giuseppe Conte, Attilio Fontana e Angelo Borrelli.


Una missiva in cui sollevano il problema già espresso ieri dal sindaco di Brescia Emilio del Bono: serve un nuovo ospedale temporaneo in città, per l’assistenza alle persone contagiate dal Covid-19. In più, serve “assicurare quanto prima l’invio di nuovi medici e personale infermieristico, anche e eventualmente attingendo a quello già recentemente reclutato con il bando emanato dalla Protezione Civile, ovvero reclutandolo anche dal volontariato”. I comuni bresciani chiedono inoltre il “monitoraggio e assistenza domiciliare più attenta delle persone con sintomi da coronavirus a casa perché non ospedalizzate” e la “garanzia di fornitura continua e in base ai fabbisogni giornalieri di dispositivi di protezione per il personale sanitario e socio sanitario e categorie più a rischio. L’associazione sottolinea inoltre come sia carente “l’attenzione per una quarantena/isolamento delle persone dimesse dalle strutture ospedaliere, con individuazione di soluzioni alloggiative dedicate ad esclusione delle rsa”.

“I Sindaci sono impegnati sin dall’inizio in questa emergenza e hanno ben chiare le criticità che si sono presentate sino ad ora nella sua gestione”, dice Gabriele Zanni, presidente dell’Associazione. “Altrettanto si pongono il problema di come affrontare una sorta di fase due di questa drammatica situazione, che ha lacerato profondamente ognuna delle 205 Comunità della nostra Provincia. Il documento che andiamo a sottoporre in particolare a Governo e Regione contiene un’analisi delle problematiche lette sul territorio e una serie di proposte, che auspichiamo vengano accolte dai decisori sovracomunali”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, mail Asl Toscana al personale: “Fate video-diario”. Cgil: “Senza protezioni e si chiede loro di fare il Grande Fratello”

next