Le minacce di Italia Viva su una mozione di sfiducia contro di me? Sto lavorando, non offro la sponda a chi alza i toni. Vado avanti per la mia strada”. A rivendicarlo il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine di un incontro all’Anac. “Sulla prescrizione non mi frega niente di mettere le bandierine e non mi importa della logica del cedimento. Ho messo un limite alla proposta della maggioranza perché l’obiettivo è garantire ai cittadini che lo Stato dia una risposta di giustizia certa e in tempi brevi. Lascio ad altri le loro logiche”, ha aggiunto il Guardasigilli. In merito, infine, allo strumento normativo che verrà utilizzato per dare seguito all’accordo raggiunto tra Pd, M5s e LeU sulla prescrizione, ha spiegato che una decisione non è ancora stata presa, dopo che è saltata la possibilità che venisse inserito nel Milleproroghe: “Legge ad hoc per il lodo Conte bis e futura conta in Consiglio dei ministri? Sul veicolo normativo stiamo facendo tutte le valutazioni, anche relative alle dinamiche e ai tempi parlamentari”, ha tagliato corto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardine, Santori: “Ritorno in piazza del M5s contro i vitalizi? Lo trovo molto strumentale”. Il 5 stelle Di Stefano: “Il vuoto che avanza”

next
Articolo Successivo

Caso Gregoretti, oggi il voto del Senato sul processo a Salvini: Lega pronta ad astenersi

next