“Quando hanno deciso di mandare Cantini le promesse sono state tante. Abbiamo il video di quando l’allora ministro Alfano ha addotto le motivazioni, a settembre…E ci siamo detti che è stata una fuffa velenosa“, così Paola Deffendi, la madre di Giulio Regeni, durante l’audizione nella Commissione bicamerale d’inchiesta che ha il compito d’indagare sulla morte del giovane ricercatore italiano ucciso quattro anni fa in Egitto. Durante la sua relazione a Montecitorio, la madre di Giulio Continua: “Le persone credono che mandare l’ambasciatore sia stata una buona strategia, ma si è rivelata una fuffa velenosa. Vi invito a cercare di capire lui (l’ex ministro Alfano ndr.) nella sua attuale veste di avvocato cosa abbia svolto e cosa sta svolgendo nei suoi rapporti con l’Egitto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Matteo Salvini, Tribunale di ministri chiede l’autorizzazione a procedere per caso Open Arms: “Non c’erano ragioni di sicurezza”

next
Articolo Successivo

Giulio Regeni, la madre in Commissione: “Renzi ci chiese di incontrarlo senza legali. Una cosa strana, oggi non lo rifaremmo” – VIDEO

next