Il corpo di un turista italiano di 24 anni è stato trovato in Australia, in uno strapiombo nel sito naturalistico delle Blue Mountains: si tratta di Mattia Fiaschini, originario di Cesenatico, che da un anno viveva a Sydney. Da mercoledì non si avevano più sue notizie. Lo conferma la polizia del South New Wales in un comunicato stampa sul suo sito: era stata denunciata la scomparsa di Fiaschini dopo un’escursione nella zona di Blackheath. Nel pomeriggio di sabato 1 febbraio, intorno alle 14:30, le squadre di ricerca hanno localizzato il corpo vicino al belvedere di Baltzer, a poca distanza dal sentiero dell’escursione. La polizia fa sapere che sono in corso le operazioni per recuperare il corpo e che verrà stilato un report per il coroner che si occuperà delle indagini.

La Farnesina ha confermato l’identità del giovane: il Consolato italiano a Sydney “sta prestando la massima attenzione alla sua famiglia” che è in partenza per l’Australia. Mattia Fiaschini viveva a Cesenatico con la famiglia, dove si era diplomato al liceo scientifico Enzo Ferrari. Da circa un anno viveva a Sydney dove lavorava come cameriere e barman. Era un esperto escursionista e alle spalle aveva già scalate impegnative e importanti a livello internazionale. Anche in Australia aveva mantenuto viva la sua passione per l’escursionismo e la natura: per questo aveva deciso di tornare sulle Blue Mountains, per vedere coi suoi occhi i danni lasciati dai devastanti incendi che hanno flagellato il South New Wales. Era partito da solo, e dopo i primi sms al padre, da mercoledì scorso non aveva più dato notizie. Quando giovedì non si è presentato al lavoro è scattato l’allarme e sono state messe in moto le ricerche. “È una tragedia che tocca tutta la nostra comunità” ha detto il sindaco di Cesenatico porgendo le condoglianze alla famiglia. Cordoglio anche dal presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini: “Voglio esprimere vicinanza e cordoglio al padre e a tutta la famiglia, a nome mio personale e dell’intera comunità regionale – ha detto -: a loro va un abbraccio sincero. E massima solidarietà anche alla città di Cesenatico“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Farmaci contraffatti, business che uccide l’Africa e finanzia i terroristi. “Migliaia di bimbi morti a causa di antimalarici scadenti”

next
Articolo Successivo

Belgio, donna accoltella due persone per strada a Gand. La polizia le spara per fermarla

next