Onde altissime e rischio inondazioni. La tempesta “Gloria” si è abbattuta sulla Spagna causando per il momento sette morti. Quattro invece i dispersi. Allarme anche verso i Pirenei francesi e nel sud est della Francia. Due i fiumi già esondati costringendo a evacuare 1500 persone. La tempesta causa piogge torrenziali, neve, vento fino a 100 chilometri orari e onde alte anche 10 metri. La tempesta porta con sè piogge torrenziali, neve, vento a 100 chilometri l’ora e onde alte fino a 10 metri.

L’ultima vittima in Spagna è stata un uomo caduto in mare nel porto di Palamos, nel nord-est della Catalogna. Altre due persone sono morte in Andalusia. Un contadino di 77 anni è morto schiacciato dal crollo di una serra a causa della grandine e un senzatetto è morto di freddo, mentre un un cadavere è stato trovato in una zona alluvionata nella provincia di Alicante. Nello stesso punto un uomo è disperso dopo che la sua auto è stata trascinata via dall’acqua. Non si trovano anche altre tre persone, tra cui un inglese di 25 anni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus in Cina, 25 morti e 5 città isolate. Sei casi sospetti nel Regno Unito, l’OMS: “Troppo presto per dichiarare emergenza”

next