Fine anno, tempo di bilanci. Se l’anno in questione è quello sportivo, l’elenco delle emozioni da ripercorrere sarebbe interminabile. Un elenco soggettivo perché inevitabilmente legato al tifo per un campione o una squadra. Ma ci sono alcune emozioni che appartengono a tutti, perché appartengono allo sport, agli sportivi.

1. Inizio a celebrare le sorprese del 2019 con la più fresca, costruitasi per tutto l’anno ma consacratasi da pochissimo con la qualificazione agli ottavi di Champions League. Sto parlando dell’Atalanta, la squadra di Gian Piero Gasperini poteva entrare in quest’elenco già a maggio grazie al terzo posto in Campionato e al numero di gol segnati nell’anno solare (81), superiore a quello di tutte le altre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sci, Paris vince per la quinta volta la discesa di Bormio. A 25 anni dal trionfo di Tomba, un italiano è in testa alla Coppa del Mondo

next
Articolo Successivo

Verso Euro 2020, le tre svolte di Roberto Mancini per raggiungere il Rinascimento

next