Fine anno, tempo di bilanci. Se l’anno in questione è quello sportivo, l’elenco delle emozioni da ripercorrere sarebbe interminabile. Un elenco soggettivo perché inevitabilmente legato al tifo per un campione o una squadra. Ma ci sono alcune emozioni che appartengono a tutti, perché appartengono allo sport, agli sportivi.

1. Inizio a celebrare le sorprese del 2019 con la più fresca, costruitasi per tutto l’anno ma consacratasi da pochissimo con la qualificazione agli ottavi di Champions League. Sto parlando dell’Atalanta, la squadra di Gian Piero Gasperini poteva entrare in quest’elenco già a maggio grazie al terzo posto in Campionato e al numero di gol segnati nell’anno solare (81), superiore a quello di tutte le altre.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sci, Paris vince per la quinta volta la discesa di Bormio. A 25 anni dal trionfo di Tomba, un italiano è in testa alla Coppa del Mondo

next
Articolo Successivo

Verso Euro 2020, le tre svolte di Roberto Mancini per raggiungere il Rinascimento

next