Cinque insegnanti di una scuola materna del Palermitano sono state condannate per maltrattamenti sui loro alunni. La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare, Antonella Consiglio, che ha stabilito una pena, sospesa, di due anni di carcere. I fatti risalgono al 2018 e sono avvenuti in un asilo di Borgetto. Erano otto i bambini vittime di calci e schiaffi. Tra di loro anche un disabile. Un episodio simile era avvenuto a giugno in una scuola materna di Collesano, sempre in provincia di Palermo.

Le indagini erano partite dalle denunce dei genitori di alcuni bimbi che avevano segnalato che i figli avevano segni di botte. Nella scuola erano state piazzate delle videocamere che avevano ripreso le violenze. I piccoli venivano colpiti con calci, schiaffi, venivano trascinati con la forza e costretti a stare seduti. I genitori delle vittime si sono costituiti parte civile e verranno risarciti.

Foto di archivio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Filma di nascosto la fidanzata durante una chiamata erotica e invia il video agli amici: 15enne indagato per revenge porn

next
Articolo Successivo

Uccise due rapinatori, gioielliere condannato a 13 anni dalla Corte d’assise di Catania

next