La separazione da due soci, ma soprattutto da due amici, membri di una grande “famiglia acquisita” e “una grande ferita”, nata in “un momento di grande fragilità” e dalla sensazione che chi gli stava accanto si approfittasse di questa debolezza. In questi termini il rapper milanese Fedez racconta a ‘La Confessione’ di Peter Gomez, andata in onda giovedì 5 dicembre alle 21.25 su Nove, la rottura, un anno e mezzo fa, con J-Ax, Fabio Rovazzi e un altro collaboratore. “Questo programma si chiama ‘La Confessione’ quindi bisogna dirsi tutto. Quindi dobbiamo partire da qui: questa è la foto di J-Ax”, esordisce Gomez.

“Per me la separazione è avvenuta un anno e mezzo fa, è stata una ferita grande. Se adesso riesco a parlarne dopo un anno e mezzo è perché ho fatto un percorso – spiega l’ex giudice di X-Factor – Per me è stata una ferita grande, non ho perso un socio di lavoro, ho perso con lui, con Fabio (Rovazzi, ndr) e anche un altro nostro collaboratore, ho perso un pezzo della mia famiglia acquisita“. Perché tutti loro non erano solo colleghi di lavoro: “Fondamentalmente eravamo sì soci – io e Alessandro avevamo una società insieme – ma tutto nasceva da un rapporto umano molto forte“. E quello che fa più male è una sensazione: “Io ero nel momento di più grande fragilità di tutta la mia vita e ho avuto la sensazione che loro sfruttassero in qualche modo…”. Il marito di Chiara Ferragni lascia in sospeso la frase, poi conferma al giornalista che conclude le sue parole: “… Che sfruttassero un suo momento di debolezza”.

La Confessione (1 episodio x 70’ + 13 x 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito e app di Loft da giovedì 12 dicembre. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Confessione (Nove), Fedez rivela a Peter Gomez: “Ho fatto degli esami, ho un rischio sclerosi multipla. Devo scegliere le battaglie”

next
Articolo Successivo

Accordi&Disaccordi (Nove), Carlo Calenda ospite di Scanzi, Sommi e Travaglio venerdì 6 dicembre alle 22.45

next