“Se il Pd vota una nuova riforma della giustizia con Salvini e Berlusconi ci troviamo di fronte al Nazareno 2.0. Ma non penso che questo possa accadere”. A dirlo, ospite di Giovanni Floris a DiMartedì, su La7, è il capo politico del M5s, Luigi Di Maio, dopo che il Partito democratico ha aperto alla possibilità di presentare una proprio proposta in tema giustizia qualora non trovi un accordo proprio col Movimento 5 stelle. “Dal primo di gennaio – ha aggiunto il ministro degli Esteri – entra in vigore la riforma della prescrizione, che coinvolgerà i nuovi processi. Quindi avremo tutto il tempo per riformare e snellire i processi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Fondo salva-Stati, Di Maio a Dimartedì: “Salvini? L’ho visto delirare contro Conte, ma è lui che andrebbe incriminato per alto tradimento”

next
Articolo Successivo

Salvini, scontro Calenda-Senaldi su La7. “Prima gli italiani? No, prima le cubiste del Papeete”. “È un azienda turistica che fattura tanti soldi”

next