Doppietta azzurra e record mondiale juniores. A Glasgow l’Italia fa doppio hurrà agli Europei di nuoto in vasca corta nei 50 rana femminili dove la 14enne tarantina Benedetta Pilato conquista l’oro in 29”32 davanti a un’altra azzurra, Martina Carraro, 29”60, mentre il bronzo è andato all’irlandese Mona Mc Sharry. Il crono della giovanissima nuotatrice pugliese rappresenta il nuovo record mondiale juniores e il 7° tempo della storia.

“Non so cosa dire, sono supercontenta. Volevo fare bene”, ha detto Pilato. “Pensavo di dover confermare qualcosa e di dover dimostrare qualcosa a qualcuno – ha aggiunto la baby azzurra, visibilmente commossa, spiegando di esser scesa in vasca più agitata rispetto al Mondiale di quest’estate quando conquistò l’argento – Adesso la vivrò con molta più tranquillità”.

In giornata sono arrivati anche il bronzo nei 400 misti di Ilaria Cusinato e nei 400 stile libero con Gabriele Detti. Terzo gradino del podio anche per Fabio Scozzoli nei 50 rana maschili e nella staffetta 4×50 sl dietro la Russia e la Polonia grazie al quartetto composto da Federico Bocchia, Marco Orsi, Giovanni Izzo e Alessandro Miressi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Juve-Sassuolo, esordio da sogno per Stefano Turati: “Momento più difficile? Parare Ronaldo”

next
Articolo Successivo

Roger Federer sarà sulle monete svizzere. Oltre a far soldi, stavolta ci mette la faccia

next