È sorpasso in vetta alla classifica con l’Inter che, dopo la vittoria interna contro la Spal, scavalca la Juventus, fermata in casa dal Sassuolo sul 2 a 2 dopo che i neroverdi erano passati in vantaggio. Il Milan rompe il tabù in trasferta e al Tardini supera il Parma per 1 a 0, mentre la Lazio batte l’Udinese 3 a 0 all’Olimpico.

Doppietta di Lautaro Martinez e l’Inter sale in vetta
A brillare a San Siro è il solito Lautaro Martinez che conferma lo strepitoso momento di forma. Entrambi suoi i gol che regalano i tre punti ai ragazzi di Conte. Prima con un diagonale che batte un incolpevole Berisha, colpendo il palo prima di finire in rete. Poi con un bel colpo di testa su cross dalla destra. Solo la splendida rete di Valoti, che al ’50 si lancia in un’azione personale in area avversaria concludendo in rete, tiene i nerazurri sulle spine fino al ’94. Ma al triplice fischio dell’arbitro è esultanza a San Siro per una vittoria fondamentale per la lotta scudetto.

Juventus in rimonta allo Stadium: Boga e Caputo fermano i bianconeri
Il Sassuolo ferma la corazzata Juventus allo Stadium. I neroverdi di Roberto De Zerbi rispondono al vantaggio firmato da Leonardo Bonucci, al ’20, con un eurogol di Boga. Poi, all’inizio del secondo tempo, addirittura passano in vantaggio con Ciccio Caputo, complice uno svarione difensivo e una papera di Gianluigi Buffon. Solo un rigore procurato dal solito Dybala e realizzato da Cristiano Ronaldo al ’68, dopo che il portoghese si era visto annullare un gol in fuorigioco pochi minuti prima, rimette il risultato in parità, con la Juve che nel finale di partita cerca di premere sull’acceleratore per arrivare ai tre punti, senza però riuscirci.

Il pareggio di Torino, così, porta i bianconeri a due punti di vantaggio sull’Inter inseguitrice che, però, con il match casalingo delle 15 contro la Spal potrebbe effettuare il sorpasso al vertice e salire alla guida della classifica.

Sesta vittoria consecutiva della Lazio
Tre punti conquistati già nel primo tempo per i biancocelesti di Simone Inzaghi che in casa battono l’Udinese per tre a zero. La firma sui primi due gol è quella del solito Ciro Immobile che così consolida anche il primato in classifica cannonieri, con 17 reti in 14 partite. Il suo score poteva anche essere più largo se non avesse concesso a Luis Alberto di battere (e realizzare) il secondo rigore a favore della sua squadra. Così, la Lazio rimane al terzo posto, a 5 punti di vantaggio sul Cagliari, che in serata affronta in casa la Sampdoria, e puntando la Juventus, ancora a sei punti di distanza.

Il Milan vince in trasferta dopo due mesi
Stefano Pioli può festeggiare. Il Milan torna a vincere e lo fa in trasferta, dove non portava a casa i tre punti da quasi due mesi. Un successo di misura, quello dei rossoneri contro il Parma, e ottenuto quasi allo scadere con un gol rocambolesco di Theo Hernandez.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Serie A, lettera aperta di tutti club contro il razzismo: “Abbiamo un serio problema negli stadi, dobbiamo agire”

prev
Articolo Successivo

Giovanni Bertini morto a 68 anni. L’ex calciatore di Roma, Fiorentina, Ascoli e Benevento lottava da tempo contro la Sla

next