Un sciame sismico che sta colpendo tutta la Penisola balcanica. Dopo la forte scossa di magnitudo 6.5 registrata nella notte in Albania che ha provocato vittime e crolli, hanno tremato anche la Grecia e poi la Bosnia-Erzegovina. Qui una scossa di terremoto di magnitudo 5.4 è stata registrata questa mattina alle 10.19: l’epicentro del sisma è stato rilevato a 6 chilometri a sudest di Blagaj – nel sudovest del Paese, l’Erzegovina, a circa 70 chilometri a sud di Sarajevo – e l’ipocentro a 10 km di profondità. Per ora non si hanno notizie di danni o vittime. Per la paura molti abitanti della zona hanno abbandonato le loro case e sono usciti per strada. Anche nella capitale bosniaca il terremoto è stato avvertito molto chiaramente.

Un’altra scossa di magnitudo 4.6 ha colpito invece alle 5.49 la Grecia: l’epicentro del sisma è stato registrato a 6 chilometri a nordest del villaggio di Ano Kastritsi, vicino Patrasso, nella regione della Grecia Occidentale, con ipocentro a 35 km di profondità. Per ora non si hanno notizie di danni o vittime.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terremoto in Albania, bambino salvato dalle macerie: i soccorsi dopo il crollo dell’edificio

next
Articolo Successivo

Mali, schianto tra due elicotteri: muoiono 13 soldati francesi impegnati in un’operazione antiterrorismo

next