Spiragli di trattativa tra il governo e Arcelor Mittal sull’ex Ilva di Taranto. Dopo quattro ore di incontro, il premier Giuseppe Conte ha annunciato che si metterà in breve pausa la battaglia legale se nel frattempo non si fermerà l’acciaieria e non si spegneranno gli altiforni. Intanto si aprirà un confronto per arrivare a un “nuovo piano industriale con soluzioni produttive con tecnologie ecologiche e massimo impegno nel risanamento ambientale”. Sul tavolo il governo mette la “possibilità di un coinvolgimento pubblico” e anche la valutazione di ammortizzatori sociali, fermo restando che “andrà garantito l’impegno per il massimo livello di occupazione”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le sardine per ora sembrano più furbe di Salvini

next
Articolo Successivo

Ex Ilva, Conte: “Apertura da Arcelor Mittal, ma non abbiamo incassato alcun risultato”

next