Il corpo di un uomo di 75 anni è stato trovato chiuso in un sacco nero di nylon, con la gola tagliata, sul balcone di un appartamento al terzo piano di un condominio di via del Veltro, a Trieste. È successo nella tarda serata di sabato sera: il corpo di Libero Foti, questo il nome della vittima, è stato trovato in stato di decomposizione e gli stessi vicini non avevano sue notizie da molti giorni. Dall’esterno sono visibili inconfondibili quanto macabre strisce di sangue, gocciolato perfino lungo il davanzale dell’edificio nel corso dei giorni. Foti viveva da solo nel suo appartamento dopo che, di recente, la sua compagna, una cittadina ucraina, sarebbe andata via.

Le indagini sono condotte dalla polizia, coordinate dal pubblico ministero Federico Frezza. Sul posto sono intervenuti polizia e vigili del fuoco, oltre alla Scientifica e al pubblico ministero. I vigili del fuoco hanno utilizzato un’autoscala per raggiungere l’appartamento ed entrarvi. La polizia indaga per omicidio e al momento non si esclude nessuna ipotesi: sono ancora da chiarire infatti tutti i dettagli e in questo senso sarà cruciale l’esito dell’autopsia sul corpo dell’uomo. Dalla Questura si apprende come l’appartamento risultasse pulito e sulla porta d’ingresso non ci fossero segni di effrazione. Indagini da parte della polizia di Stato di Trieste sono in corso, coordinate dal pm Federico Frezza.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Resta impigliata mentre cerca di scavalcare il cancello di casa: 18enne muore impiccata

prev
Articolo Successivo

Roma, conflitto a fuoco in un bar a Cinecittà: tabaccaio spara e uccide rapinatore. Fermato il complice

next