Nessun processo penale per Sara Errani: il gip di Ravenna ha deciso per l’archiviazione. “Si chiude così una delle pagine più buie e vergognose nella storia dello sport italiano”, ha scritto su Twitter il padre Giorgio Errani. La vicenda nasce da un controllo antidoping del 16 febbraio 2017 a cui la tennista risultò positiva. La Federazione internazionale di tennis (Itf) stabilì che si era trattato di una contaminazione alimentare: la colpa fu dei tortellini in brodo preparati da sua mamma Fulvia. Nell’impasto finì infatti il letrozolo, una sostanza dopante e utilizzata nel trattamento di tumori al seno in fase precoce in donne in post menopausa. Il letrozolo è contenuto in un farmaco, il Femara, assunto dalla mamma della tennista dal 2012 e finito accidentalmente sul piano di lavoro, si legge nella sentenza, durante la preparazione dei tortellini, contaminando quindi il pasto della tennista. Per questo fu comminata una squalifica di due mesi: dal 3 agosto al 2 ottobre 2017.

“Sono molto arrabbiata ma allo stesso tempo in pace con la mia coscienza – scrisse allore su Twitter Sara Errani – assolutamente consapevole di non avere fatto nulla di male e di non avere commesso nessuna negligenza nei confronti del programma antidoping”. La vicenda però non si chiuse nel 2017. L’11 giugno 2018 il Tas ha accolto parzialmente l’appello della Nado Italia (Organizzazione nazionale antidoping), portando la squalifica a 10 mesi. Errani non ha potuto giocare fino al 9 febbraio 2019. Ora, otto mesi dopo il suo ritorno in campo, la vicenda si chiude definitivamente.

Sara Errani è stata a lungo la miglior tennista italiana, raggiungendo la posizione numero 5 nella classifica mondiale nel 2013 e la finale del Roland Garros un anno prima. Oltre ai nove tornei conquistati in singolare nel circuito internazionale, vanta anche 25 titoli vinti in doppio con Roberta Vinci, tra cui tutte e quattro i torni del Grande Slam, i più importanti a livello tennistico. Dopo le difficoltà del 2016 e il caso doping che ha compromesso gli ultimi due anni di carriera, attualmente Errani è numero 239 al mondo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tennis, commenti molesti del giudice-arbitro alla raccattapalle minorenne: “Sei molto sexy”. Sospeso, inchiesta dell’Atp

next
Articolo Successivo

Tennis, Matteo Berrettini alle Atp Finals: ecco come il 23enne ha scalato in una stagione la classifica, entrando nella Top 10 mondiale

next