Anche la Nasa festeggia Halloween. A modo su. L’agenzia spaziale ha (ri)pubblicato sul suo profilo Facebook la foto, scattata dal Solar Dynamics Observatory, del sole con le sembianze di una zucca. E accompagnata dalla scritta: “Anche la nostra stella celebra la stagione spettrale. Nel 2014, le regioni attive del Sole hanno assunto le sembianze di una zucca di Halloween che è stata osservata dal nostro satellite Solar Dynamics Observatory grazie alla luce ultravioletta“.

Il sole nella foto ha occhi, naso e ghigno inquietante esattamente come richiede la tradizione. Così la stella, immortalata nello scatto dell’8 ottobre 2014, è stata fin da subito ribattezzata “Pumpkin Sun“, ossia “Sole-zucca”. Alla base però ci sono delle spiegazioni scientifiche: il curioso effetto che dà l’impressione di vedere un viso sulla faccia del Sole è dovuto, spiegano dalla Nasa, alle regioni attive, che bruciano più intensamente di altre e, dunque, emettono più energia. In altre parole: il fenomeno è legato alla presenza di più campi magnetici sospesi nell’atmosfera del sole, la corona.

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cambiamenti climatici, “a rischio anche la stabilità del sistema finanziario”

next
Articolo Successivo

Morbillo, così cancella la memoria del sistema immunitario. Lo studio su bimbi non vaccinati

next