La decisione del centrodestra di astenersi sulla commissione contro odio, razzismo e antisemitismo “preoccupa” il Vaticano, ma anche la comunità ebraica di Roma e l’Anpi. Proprio l’associazione nazionale partigiani “condanna l’atteggiamento” che definisce “grave” e “fortemente irresponsabile” in quanto “interpretabile come atto di legittimazione dei fenomeni che la commissione intende contrastare”. Ieri il Senato ha approvato la nascita dell’organismo speciale, nato su proposta della senatrice Liliana Segre. E la decisione di Lega, Fdi e Fi di astenersi per presunte limitazioni della libertà di espressione ha scatenato numerose polemiche. “Non c’è dubbio che questo è un tema che deve accomunare tutti. Non ci possono essere distinzioni di parte”, ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico.

Tra gli altri oggi ha parlato il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin: “Mi preoccupa”, ha detto a margine di un vento all’università Lateranense, “nel senso che su alcune cose, su valori fondamentali dovremmo essere tutti uniti. Ci sono cose su cui dovremmo convergere. Io penso che l’invito sia a riflettere sui valori fondamentali. Ci vogliono basi comuni. Poi naturalmente anche qui c’è il pericolo di politicizzare tutto ciò e dovremmo davvero uscire da questo”.

Una posizione condivisa anche dalla presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello: “La commissione Segre”, ha dichiarato, “è un grande risultato istituzionale per il nostro Paese, di grande valore. Certo sconcerta un po’ l’astensione di alcune forze politiche, una scelta che riteniamo sbagliata e pericolosa. In questo momento c’è bisogno di unità e non bisogna lasciare adito ad alcuna ambiguità”. Perché, ha concluso, si tratta di “un momento complicato per gli ebrei in Europa”.

Sul tema in mattinata si sono espresse anche la presidenza e la segreteria nazionale Anpi. In una nota hanno manifestato “soddisfazione e apprezzamento per il voto favorevole del Senato. Un importante e concreto segnale di civiltà democratica sollecitato dall’instancabile, coraggiosa e preziosa senatrice a vita Liliana Segre”. Ma non solo, l’Anpi ha anche manifestato “profonda preoccupazione e condanna rispetto all’astensione da parte dei senatori delle forze politiche di centrodestra, un atteggiamento grave e fortemente irresponsabile, in quanto interpretabile come atto di legittimazione dei fenomeni che la Commissione intende contrastare”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La battaglia di Erika, studentessa caregiver, dimostra che nessuno è davvero solo contro le ingiustizie

prev
Articolo Successivo

Usa, gli States riconoscono il genocidio degli armeni. A quando gli altri?

next