Una battaglia legale per l’affidamento delle figlie sfociata in omicidio. È successo martedì sera ad Anzio, sul litorale romano, quando una 39enne di origine romena, Mioara Bascoveanu, è entrata nello studio legale dell’ex compagno, Giuseppe Cardoselli, un avvocato di 57 anni, per discutere della custodia delle due bambine di 9 e 5 anni, questione che va avanti da quattro anni. A un certo punto, secondo la prima ricostruzione dei Carabinieri, la donna ha estratto un coltello lungo 20 centimetri e ha iniziato a colpire l’uomo più volte al collo, sul petto, sul dorso e sulle mani.

Dopo l’omicidio, la donna ha contattato le forze dell’ordine e ha atteso l’arrivo dei militari dell’Arma fuori dall’edificio dove si è consumato il delitto. All’arrivo dei Carabinieri della compagnia di Anzio, è stata portata in carcere, mentre le forze dell’ordine hanno effettuato, insieme al magistrato incaricato delle indagini, i primi rilevamenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Foggia, omicidio di Filomena Bruno: catturato l’ex genero. È ritenuto l’autore del delitto

next
Articolo Successivo

Napoli, pestato dal branco perché non era del quartiere: arrestati nove ragazzini

next