Uno studente di 14 anni è morto mentre faceva ginnastica in un istituto scolastico di Castelfranco Veneto (Treviso). Durante la lezione all’aperto l’adolescente ha accusato un malore e si è accasciato a terra. Il ragazzino era studente del primo anno di un istituto tecnico del luogo ed è stato colto dal malore mentre stava facendo attività di riscaldamento. I soccorsi sono stati istantanei da parte degli insegnanti e dai sanitari del Suem 118 che hanno tentato di rianimarlo sul campo. L’adolescente, caricato in ambulanza, è stato portato in ospedale mentre continuavano le manovre di rianimazione, ma al pronto soccorso il ragazzo è arrivato senza vita.

Il giovane era già stato assistito dalle strutture sanitarie locali, per patologie collegate ad una forma di epilessia. Lo studente, di una famiglia straniera, sarebbe deceduto sul posto ma è stato ugualmente deciso il suo trasporto all’ospedale, al fine di evitare una permanenza verosimilmente prolungata sul posto, in attesa del magistrato e del nulla osta alla rimozione del corpo, e di attenuare il più possibile l’impatto emotivo sui suoi compagni che frequentano l’istituto. Il pm di turno si è recato comunque all’ospedale, riservandosi di disporre l’autopsia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Alessandro Cesarini, 14enne scomparso da giorni a Civitavecchia: l’appello dei genitori per ritrovarlo

prev
Articolo Successivo

Migranti, don Biancalani: “Contro di noi offese e accuse, ma Vescovo Pistoia non ci sostiene”. Diocesi: “Non volevamo fare pubblicità”

next