L’Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna entra nella storia: per la prima volta al mondo è stato eseguito con successo un trapiantato di vertebre umane in un paziente colpito da un tumore osseo. L’intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito il 6 settembre scorso su un uomo di 77 anni con forma maligna di tumore osseo: i medici hanno sostituito parte della colonna vertebrale con quattro vertebre umane, conservate nella Banca del Tessuto Muscolo-scheletrico della Regione Emilia Romagna.

A coordinare l’equipe medica in sala operatoria è stato Alessandro Gasbarrini, direttore della chirurgia vertebrale a indirizzo oncologico e degenerativo del Rizzoli: “Il paziente è stato dimesso – ha spiegato Gasbarrini – È stato da noi circa un mese. Dopo i primi 15 giorni di controllo post operatorio è stato trasferito in un altro reparto, per la fisioterapia, dove è stato rimesso in piedi e in condizioni di avere una vita il più normale possibile”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stelle cadenti d’autunno, sono in arrivo le Orionidi: picco tra il 18 e il 23 ottobre

prev
Articolo Successivo

Utero artificiale, tra qualche anno potremmo assistere a una rivoluzione. Ma che dire delle perplessità etiche?

next