“Se convocato da commissione antimafia mi presenterò, ma questo è un segno che è cominciata la campagna elettorale”. Lo ha detto Graziano Delrio, presidente del Gruppo parlamentare del Partito democratico alla Camera a 24Mattino di su Radio 24 parlando del processo Aemilia. Delrio ha poi ricordato il viaggio a Cutro del 2009, citato tra le motivazioni della sentenza di primo grado del processo Aemilia. All’epoca l’ex ministro era candidato sindaco a Reggio Emilia. “Mi recai a Cutro come sindaco, non per fare campagna elettorale. Ho sempre combattuto per la legalità, se si pensa di vincere l’Emilia basandosi su questi fatti non sarà una compagna elettorale molto bella per il centro sinistra in Emilia Romagna”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dazi, Mattarella: “Serve risposta unita dell’Europa. È un problema che nessuno risolve da solo”

next
Articolo Successivo

Servizi segreti, Conte: “Intelligence unisce il Paese e ne garantisce sicurezza. Inconcepibile che si muova fuori da controllo parlamentare”

next