“Mi dispiace tanto, non so come chiedere perdono a queste famiglie. Prego Dio che dia loro pace e che un giorno possano perdonare”. Lo ha detto Betania, la madre del giovane indagato per lasparatoria avvenuta ieri in Questura a Trieste in cui sono morti due agenti.
“Mi dispiace per quello che ha fatto mio figlio – ha aggiunto commossa – cosa si può dire ad un padre che perde un figlio o a un figlio che perde il padre? Non c’ènulla che si possa dire per confortare un dolore così.

(Il servizio di Telequattro)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cosenza, scontro frontale tra due auto nella notte: muoiono 4 ragazzi, due feriti gravi

next
Articolo Successivo

Trieste, il questore Petronzi: “Vicini alle famiglie. Irrispettoso parlare di polemiche”

next