“Un impegno che considero cruciale per dare un futuro di benessere e libertà al paese, è l’investimento in istruzione, cultura e ricerca“. Così la senatrice a vita Elena Cattaneo in aula ha annunciato il suo sì alla fiducia, non “incondizionato”, ma che dipenderà dal merito del provvedimento. “Col mio voto – ha spiegato la senatrice a vita – voglio instaurare un rapporto fiduciario tra governo e Parlamento perché si realizzino i programmi“. Il focus è quindi sulla ricerca, ma “non è solo questione di risorse, ma anche di regole“. “Fintanto che in Italia ci saranno idee finanziate a prescindere dal loro valore – ha spiegato – con denaro pubblico assegnato per legge, si alimenterà una profonda ingiustizia, oltre che un cattivo uso delle risorse destinate alla ricerca”. E anche da questo, ha continuato, “i giovani fuggono“. Necessario istituire anche l’Agenzia per la ricerca, assente in Italia e presente in quasi tutti gli altri Stati europei.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Commissione Europea, Von der Leyen nomina Gentiloni agli Affari economici dell’Ue

prev
Articolo Successivo

Governo, Borgonzoni (Lega) a Conte: “Sa cosa è successo a Bibbiano?”. E mostra maglietta, Casellati la richiama e sospende la seduta

next