I 31 migranti fino a oggi a bordo della nave Mare Jonio sono stati fatti sbarcare a Lampedusa “per motivi sanitari”. Dopo il trasbordo dalla nave della ong all’imbarcazione della Guardia costiera, i naufraghi hanno messo piede sulla terraferma e sono stati trasportati all’hotspot locale. “La loro odissea è finita – commentano da Mediterranea Saving Humans – e all’orizzonte si intravede un po’ di umanità. Benvenuti in Europa”. La decisione è giunta dopo l’ispezione a bordo effettuata da un team di medici inviati dal ministero dalla quale è emersa una situazione sanitaria che non permetteva più la loro permanenza sull’imbarcazione.

“Nonostante le loro condizioni precarie di salute – racconta Alessandra Sciurba di Mediterranea all’Adnkronos – hanno iniziato a gioire. E molti di loro ci hanno abbracciati e ci hanno detto che ci porteranno per sempre con loro. Ci hanno detto tra le lacrime ‘Grazie per averci salvato’. Sono momenti pieni di emozione”.

Le immagini dell’esultanza dei migranti ha provocato la reazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che su Facebook ha scritto: “Ma che bello il ‘clima’ del governo a guida Pd. Sbarcati gli immigrati della nave dei centri sociali per ‘emergenza sanitaria’. Ma pensano che gli italiani siano scemi???”.

Domenica, le persone a bordo dell’imbarcazione avevano iniziato lo sciopero della fame e tre di loro erano stati evacuati. Si era trattato del secondo trasbordo dopo quello dei minori, avvenuto negli scorsi giorni. La decisione sui migranti soccorsi dalla Mare Jonio arriva nello stesso giorno in cui si è sbloccata anche la situazione della Eleonore, con 104 persone a bordo, che in mattinata ha deciso di forzare il blocco e si è diretta verso il porto di Pozzallo.

Mentre per la nave della ong Lifeline le istituzioni europee hanno già avviato le attività di coordinamento tra alcuni Paesi membri disposti ad accogliere le persone a bordo, sulla Mare Jonio, per il momento, la Commissione europea “non è stata attivamente coinvolta” nel coordinamento per i ricollocamenti dei migranti a bordo, dopo il loro sbarco, come ha fatto sapere la portavoce a Bruxelles, Natasha Bertaud.

L’imbarcazione è stata sequestrata dalla Guardia di finanza e i migranti sono stati fatti sbarcare. Nelle scorse ore a Lampedusa si sono registrati tre nuovi arrivi ‘autonomi’ di piccole imbarcazioni. In totale sono oltre 140 le persone giunte a bordo delle tre barche e subito trasferiti nell’hotspot dell’isola siciliana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eleonore, la nave con 104 migranti a bordo forza il divieto e sbarca a Pozzallo: le immagini

next
Articolo Successivo

Eleonore, sbarcati i 104 naufraghi a bordo. La nave aveva violato il divieto d’ingresso: sequestrata dalla Guardia di finanza

next