“L’accordo ci sarà e sarà un governo di legislatura. Non posso pensare che Pd o 5 stelle siano così coglioni fa fare l’errore che ha fatto Matteo Salvini“. Massimo Fini, durante la festa oer i 10 anni de Il Fatto Quotidiano, commentando gli ultimi avvenimenti politici. “Pd e 5 Stelle sarà una maggioranza molto più coesa della precedente, perché il programma dei pentastellati hanno un programma sostanzialmente sociale e se è rimasto qualcosa di sinistra nel Pd, io lo vede andare fino alla fine della legislatura questo nuovo governo”. Di Maio? “In questa fase non deve troppo tirare la corda. E’ importantissimo per l’Italia avere un governo stabile e per ottenere questo si può sacrificare qualcosa”.

Eppure è molto animato in questo giorno il dibattito tra gli attivisti 5 Stelle, in attesa della votazione sulla piattaforma Rousseau. “Il voto è l’ultimo ostacolo a questo accordo e anche se Rousseau è una piattaforma seria, ma un Movimento che ha preso 11 milioni di voti, non può affidare le decisioni a 147 mila iscritti, probabilmente i più fanatici e – aggiunge Massimo Fini – bisogna sperare nell’intelligenza di questi 147mila”. Di Battista? “Ha un estremismo quasi fanciullesco che in questo momento non va bene”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Versiliana 2019, rivedi il dibattito: “1969: dall’autunno caldo a piazza Fontana”

prev
Articolo Successivo

Versiliana 2019, la sinistra a un bivio? Rivedi l’incontro con Carlo Calenda e Pierluigi Bersani

next