Un uomo di 28 anni, Nicola Rinaldi, bolognese, è stato ucciso a coltellate durante una lite in strada, poco prima di mezzogiorno in via Frati, alla periferia di Bologna. La Polizia ha già individuato e fermato il presunto autore dell’omicidio, un uomo din 58 anni, anch’egli bolognese, vicino di casa della vittima. Sarebbe stato fermato anche un secondo uomo il cui ruolo non è ancora chiaro. Si tratta di un giovane di origini magrebine, compagno della figlia del 58enne, che inizialmente era fuggito ed è stato poi rintracciato in via Galeotti, su segnalazione di una persona.

Polizia e un’ambulanza sono intervenuti dopo una chiamata al 118, che segnalava la presenza di una persona a terra gravemente ferita, ma all’arrivo dei soccorritori e degli agenti il giovane era già morto. Al presunto assassino, gli agenti sono arrivati quasi subito, grazie ad alcune testimonianze raccolte sul posto. Vittima e aggressore, entrambi conosciuti alle forze dell’ordine, erano vicini di casa e avrebbero litigato per futili motivi. Sul posto c’è stata poi una discussione per alcune foto scattate da un giovane. Al momento dell’arresto del 58enne ci sono stati momenti di tensione nell’androne del palazzo, tra i poliziotti intervenuti e residenti, che volevano giustizia. Spintoni e vetri rotti hanno reso necessario l’intervento di rinforzo di agenti in tenuta antisommossa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Piacenza, coppia scomparsa da tre giorni: aperto un fascicolo per sequestro di persona. Task force di ricerca al lavoro da lunedì

next
Articolo Successivo

Varese, 20enne trovata morta in un campo: ipotesi suicidio dopo una lite con il ragazzo

next