“Stiamo facendo i conti con la disperazione di persone che non vogliono mollare la poltrona e sono disposti anche a votare il governo della Fata turchina. Chi ha la coscienza pulita e ha lavorato bene non ha mai paura del voto. Io a votare andrei anche domani mattina se si potesse”. Lo ha detto il ministro dell’Interno e vice premier Matteo Salvini, in collegamento con “Ma cos’è questa estate” su Radio 24, parlando della crisi di governo e dell’ipotesi di un esecutivo formato da Pd-M5s-Fi, formulata, tra gli altri nei giorni scorsi, anche da Romano Prodi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Crisi di governo, il giorno di Conte in Senato: il premier affronta Salvini e la Lega. Dimissioni, sfiducia, il Colle: le ipotesi

prev
Articolo Successivo

Governo, Di Maio scrive a Conte: “Forza amico mio, sei una perla rara”. Spunta striscione a Montecitorio: “Presidente, l’Italia ti ama”

next