La rottura del governo Lega-Movimento 5 Stelle sulle prime pagine dei giornali online di tutto il mondo. Da Le Monde a El Pais, dalla Bbc al Guardian alla Cnn, le dimissioni annunciate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell’Aula del Senato sono diventate breaking news sui portali internazionali. “Il primo ministro italiano lancia un feroce attacco a Salvini e si dimette”, titola la Bbc, che sottolinea le accuse a Salvini di essere “un irresponsabile”. L’Italia è stata il tema principale anche dell’edizione internazionale della Cnn americana, che ha aperto titolando “il primo ministro italiano contro il partner di coalizione ‘irresponsabile’ e poi si dimette”. Il sito dell’emittente Usa ha proposto anche un live blog sulla crisi politica italiana.

Le dimissioni di Conte sono finite in prima pagina anche sul sito del quotidiano francese Le Figaro, che, in un altro articolo, soprannomina Salvini “il bulldozer milanese”, mentre Le Monde, annunciando la caduta del governo italiano, sottolineato che la decisione “arriva dopo diverse settimane di crisi politica innescata dal ministro degli Interni, Matteo Salvini”. Sempre in apertura, la pagina web del britannico The Guardian ha titolato: “Il primo ministro italiano si dimette con un attacco all’opportunista Salvini”. E mentre il Times parla di “caos politico“, il tedesco Der Spiegel riporta lapidariamente che “il primo ministro italiano Conte annuncia le dimissioni”.

Sui giornali spagnoli la notizia è preceduta dagli aggiornamenti sulla Open Arms, la nave spagnola in mare da venti giorni con a bordo i migranti salvati nel Mediterraneo, la cui situazione si è sbloccata proprio mentre in Senato si discuteva la crisi. “Conte si dimette da primo ministro italiano e accusa Salvini di aver scatenato la crisi”, scrive El Pais, mentre El Mundo fotografa la crisi di governo sottolineando che ora si apre “un futuro incerto” per l’Italia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Morta Ida Colucci, l’ex direttrice del Tg2 si è spenta a 58 anni dopo una malattia

prev
Articolo Successivo

Crisi di governo, Salvini ancora al Viminale: “Finché posso resto”. E #Salviniacasa diventa trending topic su Twitter

next