L’Italvolley femminile batte l’Olanda e grazie alla terza vittoria nel torneo di Qualificazione olimpica ottiene il pass per Tokyo 2020. Salgono così a 82 gli azzurri già certi di partecipare ai Giochi il prossimo anno.

Le ragazze di Davide Mazzanti hanno travolto le olandesi al PalaCatania in tre set (25-23, 25-17, 25-22) e hanno staccato le Oranje, con le quali era appaiate in classifica dopo le vittorie contro Kenya e Belgio. Protagonista assoluta, come ai Mondiali di dieci mesi fa, è stata Paola Egonu. Ora l’Italvolley è attesa dall’Europeo che si svolgerà a fine agosto in Polonia: un’altra occasione per confermare che a Tokyo 2020 le azzurre saranno tra le favorite del torneo.

Con il pass conquistato domenica dalla Nazionale allenata da Mazzanti diventano quindi 82 gli azzurri (comprese le squadre) già qualificati per le Olimpiadi. Sono certi di volare in Giappone 32 uomini e 50 donne in 11 discipline differenti con 3 pass individuali. Al momento l’Italia può contare su 9 carte olimpiche per 6 equipaggi nella vela, sei partecipanti nel tiro a volo, 5 nella ginnastica ritmica, due nel tiro a segno e nel tiro con l’arco.

Nel nuoto di fondo sono certi di partecipare Gregorio Paltrinieri, Mario Sanzullo e Rachele Bruni, un pass olimpico anche nei tuffi (piattaforma donne); 16 invece nel nuoto in vasca con la 4×100 sl maschile, 4×100 mixed medley, 4×200 sl maschile, 4×100 mista donne. Sicura anche la pallanuoto maschile, fresca di oro mondiale, il softball e ora anhce la pallavolo femminile.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

F1, Gp di Ungheria: grande vittoria di Hamilton in rimonta su Verstappen. Terzo Vettel, poi Leclerc

prev
Articolo Successivo

Bjorg Lambrecht morto, il ciclista belga vittima di una caduta durante la terza tappa del Giro di Polonia. Aveva 22 anni

next