“Parlo a titolo personale perché voto in dissenso sul provvedimento”. Così la deputata del M5s, Doriana Sarli, ha annunciato il voto contrario al decreto Sicurezza bis in Aula, alla Camera. Le sue parole sono state applaudite più volte dai deputati del centrosinistra. Sarli ha ricordato di aver presentato emendamenti, che “sono stati respinti”, e ha sottolineato che il decreto “non ha carattere di urgenza e necessità” e non si concilia con il rispetto delle convenzioni internazionali. E ha concluso: “Il ministro dell’Interno vada a sedersi ai tavoli di concertazione europea. Lì deve fare la voce forte, non con la gente in mare”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicurezza bis, la Camera approva con 322 voti favorevoli. Assenti 17 deputati Cinquestelle. Fico prima del voto esce dall’Aula

prev
Articolo Successivo

Lega-Russia, Conte ha sbugiardato la versione di Salvini? Il ministro non risponde ai giornalisti: “Bacioni, divertitevi”

next