“Oggi parlo solo e soltanto di minori e di famiglia”. Matteo Salvini, sempre disponibile a dichiarare sui temi più disparati, esordisce così a una conferenza stampa, convocata alla Camera dei deputati, evitando di affrontare il contenuto delle parole di Giuseppe Conte espresse in Aula sui legami tra il leader della Lega e Gianluca Savoini, coinvolto nella viceda dei presunti finanziamenti russi al Carroccio. Poi la giornata del vicepresidente del Consiglio prosegue partecipando alla ‘Relazione semestrale sulle persone scomparse’, sempre a Montecitorio, da cui esce facendo entrare le autovetture di scorta direttamente all’interno del palazzo per evitare, di nuovo, i giornalisti.

Poi si è diretto a Palazzo Chigi per il pranzo con Luigi Di Maio. Dopo l’incontro con il capo politico del M5s, Salvini ha partecipato al convegno ‘Frequenze strategiche: il 5G e l’impatto sulla sicurezza nazionale’ alla galleria del Cardinale, al termine del quale, finalmente, ha accettato delle domande dei giornalisti. Ma alla richiesta di spiegazioni sul fatto che possa aver mentito sul ruolo di Savoini in Russia, il 5 giugno e il 15 luglio 2018, Salvini si è diretto verso l’auto mandando baci ai cronisti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sicurezza bis, Sarli (M5s) vota contro: “Si crea reato di salvataggio di vite in mare”. Pd applaude

prev
Articolo Successivo

Conte convoca i sindacati: ‘Manovra sia condivisa’. Landini: ‘Ok il metodo, ora proposte’

next