“Qualcuno mi dice ‘aprite la crisi di governo’. Se vogliamo dargliela vinta, va bene. Se non vogliamo tagliare i parlamentari a settembre, apriamo la crisi. Se vogliamo fare in modo che aprendo la crisi ci troviamo un nuovo governo tecnico o politico che comincia a fare non solo opere inutili ma il nucleare o gli inceneritori che non noi non si faranno mai, apriamola pure. Noi al governo facciamo cose per il Paese e arginiamo cose inaccettabili”. A dirlo, in un video su Facebook, il capo politico del M5s, Luigi Di Maio, ricordando gli emendamenti sull’eolico parte dell’inchiesta che vede coinvolto Armando Siri e all’indomani del sì di Giuseppe Conte all’Alta velocità Torino Lione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lega-Russia, Parrini (Pd) contro Salvini: “È il ministro della fuga e del tradimento”

next
Articolo Successivo

Governo, Salvini a Conte: “No ad altre maggioranze raccolte come i funghetti del Trentino, no a giochi di palazzo”

next