A 17 anni Larissa Iapichino è la campionessa europea Under 20 del salto in lungo. L’azzurra trionfa con 6,58 (+1.2), argento alla svedese Tilde Johansson (6,52) e bronzo alla britannica Holly Mills (6,50). Iapichino sale sul gradino più alto del podio nella stessa manifestazione che mamma Fiona May aveva vinto nel 1987 a Birmingham con la maglia della Gran Bretagna.  È il quarto oro azzurro nella rassegna continentale in Svezia (eguagliato il record storico di San Sebastian 1993) nella mattinata in cui l’Italia festeggia anche per l’argento di Riccardo Orsoni nei 10.000 di marcia e il bronzo di Elisa Ducoli nei 3000 per un bilancio provvisorio di otto medaglie (4 ori, 1 argento, 3 bronzi)

video Twitter/EuropeanAthletics

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europei di Atletica Under 20, Larissa Iapichino come mamma Fiona May nel 1987: 6,58 e oro nel salto in lungo

prev
Articolo Successivo

Bologna, il gesto dei tifosi per sostenere Mihajlovic: la lunga coda sulla strada per il Santuario di San Luca

next