A 17 anni Larissa Iapichino è la campionessa europea Under 20 del salto in lungo. L’azzurra trionfa con 6,58 (+1.2), argento alla svedese Tilde Johansson (6,52) e bronzo alla britannica Holly Mills (6,50). Iapichino sale sul gradino più alto del podio nella stessa manifestazione che mamma Fiona May aveva vinto nel 1987 a Birmingham con la maglia della Gran Bretagna.  È il quarto oro azzurro nella rassegna continentale in Svezia (eguagliato il record storico di San Sebastian 1993) nella mattinata in cui l’Italia festeggia anche per l’argento di Riccardo Orsoni nei 10.000 di marcia e il bronzo di Elisa Ducoli nei 3000 per un bilancio provvisorio di otto medaglie (4 ori, 1 argento, 3 bronzi)

video Twitter/EuropeanAthletics

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europei di Atletica Under 20, Larissa Iapichino come mamma Fiona May nel 1987: 6,58 e oro nel salto in lungo

next
Articolo Successivo

Bologna, il gesto dei tifosi per sostenere Mihajlovic: la lunga coda sulla strada per il Santuario di San Luca

next