Ci troviamo alla base del Dente del Gigante, sul Monte Bianco, a quasi 4mila metri di quota. L’alpinista Bryan Mestre, su Instagram, pubblica una serie di foto e video per denunciare la formazione di un lago su quello che durante tutto l’arco dell’anno dovrebbe essere un ghiacciaio: “È successo a cavallo tra giugno e luglio a causa del caldo. Da quanto ne so, è la prima volta che accade una cosa del genere in quest’area. Le Alpi e il Sud dell’Europa sono state investite da temperature tra i 40 e i 50 gradi e sul Monte Bianco, in quei giorni, 4800 metri sul livello del mare, c’erano dieci gradi. È il cambiamento climatico”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Orso M49, la sua fuga ci ricorda che siamo annoiati. E pieni di pre-giudizi

prev
Articolo Successivo

Bulgaria: 17 focolai di peste suina africana. Eutanasia per gli animali infetti

next