Ci troviamo alla base del Dente del Gigante, sul Monte Bianco, a quasi 4mila metri di quota. L’alpinista Bryan Mestre, su Instagram, pubblica una serie di foto e video per denunciare la formazione di un lago su quello che durante tutto l’arco dell’anno dovrebbe essere un ghiacciaio: “È successo a cavallo tra giugno e luglio a causa del caldo. Da quanto ne so, è la prima volta che accade una cosa del genere in quest’area. Le Alpi e il Sud dell’Europa sono state investite da temperature tra i 40 e i 50 gradi e sul Monte Bianco, in quei giorni, 4800 metri sul livello del mare, c’erano dieci gradi. È il cambiamento climatico”.

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Orso M49, la sua fuga ci ricorda che siamo annoiati. E pieni di pre-giudizi

next
Articolo Successivo

Bulgaria: 17 focolai di peste suina africana. Eutanasia per gli animali infetti

next