Il sindacalista Aboubakar Soumahoro sta guidando un sit in di protesta nella basilica di San Nicola a Bari. Assieme a lui alcuni braccianti che chiedono migliori condizioni di lavoro: “Siamo entrati in questo istante nella Basilica San Nicola di Bari con un gruppo di braccianti sfruttati e costretti a vivere in condizioni disumane nelle campagne di Foggia e Borgo Mezzanone con paga da fame. Papa Francesco dice che il lavoro conferisce dignità all’uomo, però quello dei braccianti è un lavoro privo di dignità e diritti. Chiediamo un confronto con l’arcivescovo Mons. Francesco Cacucci perché la Regione Puglia e il governo latitano in totale indifferenza”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ex Ilva, vertice fino a notte al Mise. Intesa su sicurezza: lavoratori in cassa potranno essere utilizzati per la manutenzione

prev
Articolo Successivo

Amazon, dipendenti di tutto il mondo in sciopero nei Prime Day. Chiedono equità salariale e rispetto dei diritti

next