“Il gruppo Fs come capo fila del consorzio ha per norma l’autonomia di scelta, ben lungi quindi dall’aver dato qualche indirizzo politico – ha detto il ministro Danilo Toninelli -. Aspi e Alitalia sono due dossier separati. La holding Atlantia ha concessioni aeroportuali e quindi Fs ha ritenuto che la sua offerta fosse la più seria e mi devo fidare di Fs non posso entrare in logiche di mercato. Noi monitoreremo con molta attenzione perché se tu fai l’offerta non puoi sperare che su Aspi tiriamo i remi in barca. Io voglio salvare i posti lavoro. A me interessano i lavoratori se fosse crollato il dossier significava che avrebbero perso i posti di lavoro. Quello che stiamo facendo noi è rilanciare Alitalia per non salvarla tra dieci anni”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Manovra, Di Maio: “Flat tax? Ben venga, ma inaccettabile farla con gli 80 euro. M5s pensa ad abbassare cuneo fiscale”

prev
Articolo Successivo

Salvini, Landini: “Fa il duro coi deboli e poi fa condoni, non spiega caso 49 milioni, né fondi russi a Lega. Inaccettabile”

next