Esponenti comunali e regionali della Lega si sono ritrovati alle 18 davanti a Palazzo Marino, sede del Consiglio comunale, per protestare contro l’aumento delle tariffe Atm. “Oggi si paga il biglietto 2 euro, a causa del Pd. Ora chiediamo e a promuovere, per una Milano sempre più internazionale, che i mezzi pubblici circolino 24 ore su 24 e dodici mesi all’anno, senza tagli delle corse durante l’estate”, ha detto Alessandro Morelli, capogruppo della Lega a Palazzo Marino. Lo striscione, mostrato all’esterno durante il presidio, è stato poi esposto (e ritirato dalla polizia) anche durante la seduta del Consiglio da alcuni attivisti. “Aumento 2 euro, Milano paga e tas” le parole dello striscione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Modena, il sindaco di Mirandola toglie il patrocinio alla pastasciutta antifascista dell’Anpi: “Il termine ‘anti’ è divisivo”

next
Articolo Successivo

Sardegna, incendio in Ogliastra: fiamme alte fino a 10 metri. Evacuati una spiaggia, due campeggi e un hotel

next