Esponenti comunali e regionali della Lega si sono ritrovati alle 18 davanti a Palazzo Marino, sede del Consiglio comunale, per protestare contro l’aumento delle tariffe Atm. “Oggi si paga il biglietto 2 euro, a causa del Pd. Ora chiediamo e a promuovere, per una Milano sempre più internazionale, che i mezzi pubblici circolino 24 ore su 24 e dodici mesi all’anno, senza tagli delle corse durante l’estate”, ha detto Alessandro Morelli, capogruppo della Lega a Palazzo Marino. Lo striscione, mostrato all’esterno durante il presidio, è stato poi esposto (e ritirato dalla polizia) anche durante la seduta del Consiglio da alcuni attivisti. “Aumento 2 euro, Milano paga e tas” le parole dello striscione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Modena, il sindaco di Mirandola toglie il patrocinio alla pastasciutta antifascista dell’Anpi: “Il termine ‘anti’ è divisivo”

prev
Articolo Successivo

Sardegna, incendio in Ogliastra: fiamme alte fino a 10 metri. Evacuati una spiaggia, due campeggi e un hotel

next