“È la fine di un’ingordigia politica andata avanti per decenni, un’altra promessa mantenuta che aspetta la votazione, verosimilmente nei primi giorni di settembre”. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio davanti al Senato,  dopo l’approvazione del ddl sul taglio dei parlamentari. “Questo è l’ultimo dei passaggi prima della votazione definitiva alla Camera – ha aggiunto Di Maio – una riforma che per sempre taglierà le poltrone e farà risparmiare circa 500 milioni di euro a legislatura. Con questi soldi possiamo acquistare 2500 autobus, costruire asili. Soldi che saranno restituiti alla comunità”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Taglio dei parlamentari, legge approvata in Senato con 180 sì: i festeggiamenti del M5s in Aula

prev
Articolo Successivo

Ex Ilva, Emiliano: “Va chiusa. A Milano una fabbrica che uccide le persone verrebbe tollerata?”

next