“Si è aperta questa trattativa con l’Ue, che in buona sostanza ci sta dicendo: ‘Voi continuate a fare i debiti e a prenderci in giro’. E il governo ha mandato una lettera di risposta piena di poesia, piena di palle. Non abbiamo detto niente”. Sono le parole del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel suo consueto appuntamento settimanale su Lira Tv.

“Il governo in quella lettera – continua – ha detto che non condividiamo la politica del rigore e della stretta monetaria. Vediamo come ci risponderanno. Ovviamente ci presentiamo a questa trattativa nella maniera più sgangherata possibile. Un ministro se ne sta negli Usa a fare turismo trumpiano ed è tutto contento che Trump sta mettendo tariffe, dazi, barriere che penalizzano anche le imprese italiane. Dall’Italia arrivano a Bruxelles messaggi di strafottenza. In Europa siamo completamente isolati, però abbiamo Trump che è amico nostro. Io prevedo che questa trattativa si chiuderà con l’ennesimo papocchio“.

E aggiunge: “L’Italia è troppo grande per essere messa in crisi. L’Italia in questo momento ha la forza dei terroristi dell’Isis, quelli imbottiti di esplosivo. E che fai? Devi stare attento perché, se saltano in aria, muoiono anche quelli che sono vicini. Questa è oggi la forza unica che ha l’Italia”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto Crescita, Camera vota la fiducia con 288 sì e 181 contrari. Il testo torna al Senato: va convertito entro il 29

prev
Articolo Successivo

Dl Crescita, dal bonus per auto elettriche alla stretta sui ‘furbetti’ dell’affitto fino al Salva Roma: tutte le norme approvate

next