Un milione e 270mila con un tasso di rifiuto del 25 per cento e un assegno medio di 531 euro. Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, aggiorna il numero delle domande del reddito di cittadinanza al 31 maggio e parla di cifre “in linea con quelle previste”. Se dovesse essere confermato l’andamento, spiega, “avremo 1 miliardo l’anno che poi potrà essere utilizzato dal governo” per altri scopi.

Riguardo all’importo medio corrisposto mensile a chi ha visto la sua domanda accettata, Tridico spiega che il motivo è “perché al Sud, dove c’è un’importante domanda, non chiedono il sostegno all’affitto” che è di 280 euro “perché hanno la casa di proprietà”

Critiche e puntualizzazioni, invece, sul numero di persone che hanno deciso di rinunciare pur essendo risultati tra i beneficiari: “Voi avete sentito parlare di una grossa fake news, cioè 100mila persone che hanno restituito il reddito ma non è vero”.

I casi, ha aggiunto il presidente dell’Inps, sono stati 12, “ad esempio Genova, Napoli e Palermo”, dove delle persone “si sono informate sul come rifiutare il reddito”. Tridico dà anche una spiegazione alle rinunce: “Sono state le aziende, per cui queste persone lavoravano in nero, per evitare sanzioni, a consigliare ai beneficiari di rinunciare”. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mercatone Uno, senza lavoro dalla sera alla mattina. La storia di Rita e Andrea: “Noi con 4 figli non sappiamo come fare”

prev
Articolo Successivo

Ferrero, sesto giorno di sciopero: bloccata la prima fabbrica al mondo di Nutella

next