Noemi lascia il reparto di rianimazione dell’ospedale pediatrico Santobono dove è ricoverata. La bimba di 4 anni ferita in una sparatoria lo scorso 3 maggio a Napoli è stata trasferita in un reparto dedicato all’assistenza riabilitativa post intensiva nel quale potranno essere ospitati anche i suoi genitori. La notizia è stata data dal quotidiano Il Mattino.

Prosegue così il percorso di ripresa della piccola, arrivata in ospedale in condizioni disperate. La prognosi era stata sciolta solo lo scorso 20 maggio. La decisione di trasferirla è stata presa dai medici dopo una Tac di controllo che ha confermato i progressi clinici e ha aperto la strada al percorso di riabilitazione. Dopo alcuni giorni nel nuovo reparto la bimba – a meno di complicazioni – dovrebbe poi passare alla riabilitazione vera e propria.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Maltempo, allerta rossa in Emilia Romagna: ponti chiusi e rischio allagamenti in pianura

prev
Articolo Successivo

Genova, cronista picchiato dalla polizia: agenti coinvolti in procura dopo 6 giorni. In due ammettono di averlo colpito

next