Arrestato l’autista del pullman che nella mattina di mercoledì 22 maggio si è ribaltato sulla superstrada Siena-Firenze causando la morte della guida turistica russa e il ferimento di altri 37 turisti di Paesi dell’est Europa. Il guidatore 35enne, Leonardo Santoro,di Castrovillari (Cosenza), è accusato di omicidio stradale e lesioni con l’aggravante della distrazione. Il provvedimento è scattato dopo che dalle indagini svolte dalla polizia stradale è emerso che l’autista si sarebbe distratto mentre si trovava alla guida dell’autobus turistico a due piani. Il conducente avrebbe poi tentato di riprendere il controllo ma senza risultato: è andato a sbattere contro il guardrail ed è finito nella scarpata. Sull’asfalto non sono stati trovati i segni della frenata. La distrazione non sarebbe tuttavia legata al cellulare ma ad alcune operazioni sulla plancia di comando che hanno distolto la sua attenzione dalla strada.

L’autista ha trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma della polizia stradale a Siena. Questa mattina, al Tribunale senese si terrà l’udienza davanti al giudice per la convalida dell’arresto. Quanto ai passeggeri, quarantaquattro turisti sono rientrati nella notte tra mercoledì e giovedì nell’albergo di Montecatini Terme dove alloggiano. In 21 sono stati trattenuti invece nell’ospedale di Siena, mentre uno si trova ricoverato nell’ospedale di Poggibonsi. I visitatori avrebbero dovuto visitare il centro storico della città del Palio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, “favorivano l’immigrazione clandestina”: arrestati in sette, anche un poliziotto in servizio e uno in pensione

prev
Articolo Successivo

Pavia, 15enne picchiato in classe da un bullo: ora rischia di perdere un occhio

next