Un nuovo, grottesco sguardo di Franco Maresco sulla Sicilia di oggi, con il ritorno di alcuni memorabili personaggi di “Belluscone“, primo fra tutti Ciccio Mira.

In questa clip tre momenti estratti dal film. Si parte con la grande fotografa Letizia Battaglia che, mentre si reca all’Albero Falcone di via Notarbartolo il 23 maggio 2017, fa alcune amare considerazioni sul senso della manifestazione. Subito dopo, nei pressi dell’Aula bunker dell’Ucciardone di Palermo, incontriamo il giornalista, paladino dell’antimafia ormai in disgrazia, Pino Maniaci, che incorre in uno sgradevole incidente professionale… Concludiamo con le prove tecniche di una festa neomelodica assolutamente inedita, organizzata nel periferico quartiere Zen di Palermo, da due temerari impresari musicali molto amati in città: l’inossidabile Ciccio Mira e il suo fedele braccio destro Matteo Mannino. Sembra andare tutto bene, ma poco dopo ci accorgiamo che qua e là emerge qualche strano equivoco…

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Falcone, niente comparsate elettorali: i politici dicano cosa vogliono fare in concreto

prev
Articolo Successivo

Nino Di Matteo sulle stragi di mafia del 1992: “Probabile che assieme a Cosa nostra abbiano partecipato entità esterne”

next