“Abbiamo a che fare con un presidente del Consiglio che è la somma di tutte le incompetenze, che è impalpabile sui dossier internazionali. E tanta è la spocchia che parla di se in terza persona”. Lo dice Matteo Renzi a un’iniziativa elettorale a Roma. Siamo “alla dittatura dell’incapacità” e “se uno non sa la differenza tra garantismo e giustizialismo visto che Conte ha detto che per lui pari sono, vuol dire che non solo non sei in grado di fare il premier ma neanche di fare il professore”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dl Sicurezza bis, Conte: “Cdm dopo le europee. Ne ho parlato con Di Maio e Salvini. Da Mattarella nessuna censura”

prev
Articolo Successivo

Falcone, Conte: “La lotta alla mafia è una battaglia di libertà. Contro politica deviata che si piega a torbidi accordi”

next