Altri quattro minorenni sono indagati per le torture inflitte in più occasioni ad Antonio Stano, il pensionato di 66 anni morto il 23 aprile scorso a Manduria, nel Tarantino, dopo 18 giorni di ricovero e due interventi chirurgici. Tre dei quattro nuovi indagati, che hanno tra i 15 e i 17 anni, saranno interrogati il 22 maggio prossimo dinanzi al procuratore per i minorenni Antonella Montanaro. Gli indagati sono ora 18.

Come raccontano alcuni quotidiani locali, i quattro ragazzi sarebbero stati identificati attraverso l’analisi dei video dei pestaggi e le rivelazioni di altri minori coinvolti. L’accusa è di concorso in tortura con l’aggravante della crudeltà. Per gli stessi reati sono in carcere dal 30 aprile scorso sei minorenni e due maggiorenni.

Sono sette finora gli episodi contestati dagli inquirenti e diffusi sul web e nelle chat di WhatsApp dalla cosiddetta “comitiva degli orfanelli” di cui facevano parte alcuni degli indagati. Intanto, come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, il 20 aprile i giudici del tribunale del riesame potrebbero depositare la decisione sui ricorsi presentati dai legali dei due maggiorenni arrestati nei giorni scorsi per le aggressioni a Stano. E sempre il 20 è prevista l’udienza di riesame per i sei minori sottoposti a misura cautelare nell’istituto penale minorile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bruno Caccia, “piste mai approfondite sull’omicidio del procuratore di Torino. Sembra un rifiuto a scavare nel passato”

next
Articolo Successivo

Riace, indagata candidata sindaco lista di Lucano per falso ideologico in concorso

next