Bagarre in Aula al Senato durante l’ultimo intervento del senatore Pd, Dario Stefano, sul dl agricoltura. Il parlamentare dem stigmatizza prima l’assenza del ministro leghista Gian Marco Centinaio: “Il fatto che oggi non sia qui in Aula ma a fotografare le carpe in Giappone è la riprova di quanto sia poco o affatto interessato all’agricoltura, e ancor meno a quella pugliese”.

Subito dopo si pronuncia sulle dichiarazioni odierne del sottosegretario M5s con delega all’editoria, Vito Crimi, a proposito della proroga della convenzione di Radio Radicale. E, mentre il senatore Pd parla, i suoi colleghi espongono cartelli con la scritta “Salvate Radio Radicale”.
“Il nostro voto in dissenso – dichiara Stefano – mi dà anche l’occasione per ribadire che il rinvio a dopo il 27 maggio della mozione su Radio Radicale e ancor più le dichiarazioni di Crimi oggi alla stampa, che ribadiscono il no al rinnovo della convenzione, sono incommentabili. Sono un attentato alla democrazia e alla libertà perché reiterano una censura alla libertà di informazione“.

Immediata la replica di Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato: “Senatore Stefano, se cercavate la scusa per i cartelli… non si fanno così le dichiarazioni di voto”.
Si scatena il caos dai banchi della maggioranza e Calderoli commenta: “Siamo a posto. Se si sfruttano le dichiarazioni di dissenso anche per questo, allora veramente siamo a posto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cartelli anti-Salvini sui banchi del Pd, lui replica: “Mia figlia si diverte così”. Ma Carfagna lo rimprovera

next
Articolo Successivo

Europee, candidata Pd Gualmini manda messaggio elettorale a mailing list universitaria. Rettore: “Grave leggerezza”. Lei si scusa

next