Ha tentato una prima volta un atterraggio d’emergenza, ma non c’è riuscito. Al secondo tentativo ha toccato terra con il carrello e la parte anteriore e ha preso fuoco. È accaduto a un aereo passeggeri Sukhoi della compagnia di bandiera russa Aeroflot, che si è incendiato nell’aeroporto moscovita di Sheremetzevo. Secondo l’agenzia Tass almeno 13 persone sono morte, sei sono ferite e un numero imprecisato è disperso. Tra le vittime anche due bambini. Alcuni passeggeri sono stati messi in salvo evacuando il velivolo con gli scivoli d’emergenza ma l’aereo ha continuato a bruciare sulla pista, mandando nell’aria una grande colonna di fumo nero. L’incendio poi è stato domato.

Nelle immagini diffuse online si vede l’aereo in fiamme, che scatena una grande nube di fumo nero. Si intravedono anche delle persone che corrono allontanandosi dal velivolo e vari mezzi dei vigili del fuoco in arrivo.

fotogramma preso da Twitter

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La via della seta? Come quella della sabbia del Niger

prev
Articolo Successivo

Mosca, aereo di linea va a fuoco durante un atterraggio di emergenza: 41 morti

next